Pubblicato da: cesca83 | 30/05/2013

La mia gita a Mantova

Siamo partiti  alle 7:30 . In seguito ci siamo fermati in un bar a fare colazione.Poi siamo andati sul battello era molto bello.La signora della cabina del battello spiegava com’era la città.Abbiamo visitato tre laghi uno era un metro,un’altro due metri,l’ultimo quattro metri.La maestra Miriam aveva paura per noi.Ma anch’io la avevo per un bambino piccolo che si chiama Federico . WP_20130528_020

La città vista dall'acqua

La città vista dall’acqua

Dopo aver mangiato in una pizzeria in centro siamo andati al parco. Successivamente abbiamo visitato delle carrozze molto antiche.Dopo di che abbiamo visto delle cicogne,e alberi molto vecchi alcuni caduti:Noce nero e pioppo. In fine siamo andati in pullman e siamo partiti per tornare a casa.Io non mi sono mai divertita così tanto in tre anni e grazie alla maestra Francesca e maestra Miriam che io vorrei ringraziare                            perchè  hanno fatto tutto questo per noi, per il nostro bene. A me’ e’ piaciuto molto anzi moltissimo grazie di cuore maestra Francesca e maestra Miriam.Sono molto felice anzi felicissima grazie sarete sempre nel mio cuore.Beatrice Govi (classe 3)

 

Annunci
Pubblicato da: cesca83 | 30/05/2013

La mia gita a Mantova

     La mia gita a Mantova

Ieri con i miei  compagni e le mie maestre sono andato in gita a Mantova. La mattina mi sono recato con i miei genitori e mio fratello a scuola, li abbiamo aspettato l’ autobus. Quando è arrivato siamo saliti e siamo partiti. Successivamente ci siamo fermati a fare colazione, poi siamo ripartiti  e siamo arrivati a Mantova. Li ci siamo recati subito all’ imbarco del battello. Mi è piaciuto molto fare il giro sui laghi. Ho anche visto i cigni e un pesce morto, era la prima volta che lo vedevo.

ImmagineDopo di che siamo andati a mangiare la pizza, li c’erano tanti piccioni che passeggiavano nella piazza , dopo siamo andati a prendere un gelato.ImmagineGiunti al parco c’era una guida che ci ha spiegato tutto quello che avevamo visto, gli alberi, le cicogne, c’era anche un albero secolare caduto:un noce nero. Era arrivata la fine del percorso. Siamo tornati al pullman, ci siamo diretti verso casa. Mi è piaciuto tantissimo fare il giro sul battello con i miei amici e con le maestre.

Immagine

Berini Gianpiero (classe Seconda)

 

Pubblicato da: cesca83 | 04/03/2013

UNA SETTIMANA… BIANCA!!!!!

E’ lunedì 11 Febbraio, finalmente si parte per la tanto attesa settimana bianca a Pratospilla, con le maestre, i miei compagni di Palanzano e la scuola di Monchio. Il pulmino ci aspetta davanti alla scuola alle 8:00. Finalmente si parte!!!!!!Il viaggio si svolge tranquillo, senza particolari intoppi nonostante l’abbondante nevicata. Giungiamo a destinazione, la baita è molto accogliente così ci sediamo e facciamo colazione.
2013-02-12 09.29.42

2013-02-13 14.25.26

Verso le 9:00 circa ci troviamo per noleggiare l’attrezzatura, ci rechiamo nel negozio ed ad ognuno di noi viene assegnato un kit completo e un maestro che ci accompagnerà per tutta la settimana.

2013-02-13 14.21.22

Il maestro ci aspetta per le ore 10:00, nel frattempo ci rilassiamo in baita, due chiacchiere con i nostri compagni una partita a calcetto. E’ finalmente arrivato il momento tanto atteso: si va sulle piste!!!!

2013-02-13 14.25.12

2013-02-13 14.25.08

Così cominciano le nostre avventure sulla neve, era davvero un’emozione poter stare tutti insieme, divertirsi ed alleviare in maniera “insolita” la fatica di questo lungo periodo scolastico. Dopo aver consumato un buon pranzo ci riuniamo per stare tutti in compagnia perchè il tempo non ci permette di proseguire le sciate. I giorni successivi proseguono tutti ben organizzati, fortunatamente non nevica più. Sciammo tutti i giorni mattina e pomeriggio senza stancarci mai, i più esperti accompagnati da un adulto, mentre i principianti, quando il maestro aveva terminato il turno, erano sotto la supervisione delle maestre e dei genitori.

2013-02-13 14.28.47

2013-02-13 14.42.18

Le giornate trascorrono faticando e sudando con tanta allegria. Il sole ci ha accompagnato per qualche giorno garantendoci piste e paesaggi indimenticabili. Arriva venerdì! Purtroppo è l’ultimo giorno di sciate. Persino il tempo ci regala uno splendido sole , come se volesse dirci che dato che partiamo vuole ringraziarci della nostra presenza e uscire a scaldare le piste per noi!E’ il giorno delle gare. Veniamo divisi in gruppi. La mattina ci prepariamo per essere pronti per la grande sfida delle 14:00 contro i compagni. Alcuni di noi conquistano il podio!

2013-02-13 14.30.40

Ci aspetta la pentolaccia, tutti pronti a rompere quello splendido sacco pieno di prelibatezze… Che splendide emozioni! Quest’anno questi indimenticabili giorni sono stati organizzati dalla scuola, diversamente dagli altri anni, la scuola è rimasta chiusa e in compagnia delle nostre maestre e dei nostri genitori siamo partiti per questa splendida avventura. Ringraziamo le maestre presenti che ci hanno dato questa splendida occasione nonostante non fosse proprio meritata ( almeno per quanto riguarda alcuni di noi!). Non ci resta che attendere il prossimo anno per poter tornare fra queste montagne e riprendere le nostre avventure sulla neve!

Pubblicato da: cesca83 | 21/02/2013

Carnevale tra i monti…

In tutto il mondo si festeggia il Carnevale, balli, canti, carri e maschere animano le città.
E’ un momento da vivere tutti insieme per divertirsi ed alleviare la fatica di questo intenso periodo scolastico.
Questa festa è proprio il momento ideale per allontanarci un po’ dai libri e vivere insieme ad amici e genitori attimi di allegria.
Per tutti il Carnevale è un avvenimento piacevole, è possibile fare scherzi impensabili e tutti stanno al gioco perché a Carnevale “ogni scherzo vale”. Così è stata la festa che Giovedi 7 Febbraio insieme ai nostri compagni e alle nostre maestre abbiamo organizzato. La mattina entrando a scuola abbiamo provato una strana sensazione: principesse, super eroi, contadini, fate, pirati, cowboy, danzatrici del ventre colmavano di allegria le scale della nostra scuola.

Ilenia, Elisa

20130207_082754

Era come se un mago ci avesse proiettato in una favola di Walt Disney. Era finalmente arrivata l’ora di festeggiare il Carnevale. Eravamo felicissimi di poter salire quella scalinata, che solitamente ci lasciava sì una bella sensazione, ma allo stesso tempo timore per una verifica o un’ interrogazione che ci aspettava. Quella mattina invece tutto era diverso. La maestra ci ha accompagnato in classe, le bidelle ci hanno preparato una stanza ricca di deliziose prelibatezze: asprelle, tortelli, focacce, patatine, bibite e tanto altro ancora che i nostri genitori avevano generosamente portato la mattina. Nel frattempo nella classe accanto abbiamo ballato e fatto splendidi giochi insieme alle nostre maestre. Evviva la festa! La nostra classe era diventata una sala multicolore dove ognuno di noi aveva scelto il suo vestito per la sfilata, tutti si divertivano ed era impossibile che qualcuno rimanesse isolato in un angolo a pensare a chissà cosa.

20130207_082846

20130207_083024

Il Carnevale, la festa, i suoni, i rumori ci avevano resi protagonisti di una bella favola che si avverava, e così abbiamo passato una splendida giornata senza paure o pensieri.

20130207_083340

20130207_083231

Il carnevale è la festa di tutti, la gioia, la felicità, canti e suoni sono i suoi ingredienti principali. Basta poco per divertirsi, un’ abito vecchio, vestiti a brandelli e tanta fantasia. La nostra festa era una ricetta riuscita perfettamente!

20130207_082544

Pubblicato da: unascuolaacieloaperto | 13/06/2011

Visita a Minitalia

Pubblicato da: andreascorticati | 08/06/2011

LA MIA COMPAGNA RALUCA

La mia compagna si chiama Raluca, non è tanto alta, ha i capelli abbastanza corti e biondi, gli occhi verdi, la bocca piccolina. A scuola è brava, ha 10 anni e fa sport. Quando fa  gli esercizi è silenziosa e si concentra su tutto quello che fa. Se la sgridiamo lei si mette a piangere. Non si dimentica mai niente, è ordinata e fa pochi errori. Se facciamo finta di essere dei pagliacci lei si mette a ridere. La Raluca gioca insieme ai bambini della 3^ e con noi. Quando ha voglia di disegnare fa molti disegni e sono tutti molto belli. Rispetta le regole e ascolta quello che dice la maestra Daniela.

ANDREA, cl 5^

Pubblicato da: edoardoazzolini | 08/06/2011

LA MIA COMPAGNA GIORGIA

La mia compagna Giorgia ha i capelli castano scuro, ha anche gli occhi marroni e un naso normale. La Giorgia è molto simpatica e non le piacciono il minestrone e il pesce e per mangiarli li accompagna con un sacco di pane e un secchio di acqua. Le piacciono le carote se sono condite, se no non le magia. Pratica la danza e nell’intervallo gioca a calcio con me, la Francesca, Andrea e Francesco. Di solito Giorgia porta le All star rosa e oggi indossa una maglietta verde dei pantaloni bianchi e una felpa nera. A volte porta la gonna e le paperine. Con lei io gioco a calcio e a nascondino, se capita. Con lei sono amico infatti quando porta il nintendo 3D me lo fa sempre usare anche perché le vado avanti in un gioco che è incorporato nel suo diesse.

EDOARDO, cl 5^

Pubblicato da: giorgiagandolfi | 08/06/2011

I miei anni alla scuola primaria

In prima mi divertivo con gli amici e con le amiche ed era bello quando si era piccolini perché eravamo solo in 8, adesso in quinta siamo 11 compresi la Raluca, Andrea e l’Hadil. Ancora adesso mi diverto con le amiche, ma non più con gli amici perché mi odiano. In prima abbiamo fatto, come tutti gli anni, la recita di fine anno che si intitolava “ LE AVVENTURE DI PINOCCHIO !!” ed è stata la recita più bella per me. La gita di fine anno in prima è stata a Lucca che si trova in toscana. Siamo andati di preciso alla fattoria “TRA FILI D’ERBA” e abbiamo fatto la marmellata di albicocche, poi anche la focaccia ed io ho fatto solo la focaccia e gli ho fatto 6 buchi come i miei anni . In seconda non abbiamo fatto gite ma solo uscite: a Parma, al Teatro Regio, a vedere le Pievi bensì 2 volte. In seconda è arrivata l’Hadil che era molto, molto, molto PESA!!!! Adesso però è un po’ più simpatica. Non abbiamo fatto la recita e la gita di fine anno perché la maestra Carla non c’era. In terza siamo andati in gita a Gropparello e ci hanno detto che c’era un fantasma nel parco e poi abbiamo visto Gesù che muoveva gli occhi. Un’altra cosa che è successa in seconda che mi sono scordata di dire è che Mattia in un intervallo è saltato sopra al succo e mi ha tutta spruzzata. In quarta non abbiamo fatto recite ma la gita di fine anno siamo andati al lago di Garda e mi sono divertita un sacco perché alla Chiaretta è caduto il cappello dentro al lago e la macchina fotografica dentro alla gabbia dei cervi, ma uno che lavorava nello zoo l’ha recuperata e gliel’ha ridata. In quinta abbiamo fatto le espressioni che mi sono piaciute tantissimo e poi le potenze, il cerchio, i solidi, i poligoni regolari e tutto un libro di cose molto interessanti. Adesso stiamo organizzando una recita che si intitola: “VASSILLISSA E LA BABA JAGA”. Questi 5 anni di scuola mi sono piaciuti tanto e vorrei ricordarli per sempre anche quando sarò una VECCHIA BACUCCA !!!

GIORGIA, cl 5^

Pubblicato da: ralucatanasa | 07/06/2011

FESTA DELLO SPORT A SCUOLA

Martedi 24 maggio abbiamo festeggiato il giorno dello sport.
Gli alunni della scuola di Monchio ci hanno fatto visita per iniziare i giochi. Il primo gioco era quello delle mollette: ogni giocatore delle 2 squadre aveva 2 mollette. Ogni squadra doveva prendere le mollette dell’ altra e vinceva la squadra che otteneva più mollette.
Poi abbiamo fatto la corsa con i sacchi. Dovevamo saltare dentro a dei sacchi e chi arriva ultimo perdeva e vinceva chi arriva per primo. Poi abbiamo giocato a: shangai, domino, a calcio e abbiamo saltato la corda. A mezzo giorno abbiamo pranzato insieme e abbiamo mangiato torta fritta con prosciutto, nutella e abbiamo bevuto aranciata e coca cola.
Nel pomeriggio abbiamo fatto amicizia con i nuovi arrivati che alle 16 sono stati chiamati dalla loro maestra per tornare a scuola e tutti noi li abbiamo salutati. E’ stata una bellissima giornta!!!

RALUCA, cl 4^

 

Questi cinque anni non sono stati brutti, io non ricordo niente di quando andavo in prima, solo la mia maestra Daniela che mi ha portato fino in quinta. Le mie maestre ogni anno cambiavano tranne Daniela e Carla, di solito cambiavano sempre quelle di storia, geografia e musica, le ho quasi   sempre odiate. In prima una cosa che ricordo bene è la recita di Pinocchio con le canzoni di Bennato, il pubblico aveva chiesto anche il bis! In prima ho conosciuto Hadil, come dimenticarselo, era l’unica bambina che non rideva alle battute di Mattia, ma adesso ride e parla sempre, la preferivo prima! Di Mattia ricordo che, sempre in seconda, dopo essere ritornati da un’uscita didattica aveva fatto scoppiare un succo addosso a Giorgia, ci stavamo soffocando dalle risate! In terza ho conosciuto il mio amico Francesco, io e Edo e Franci stiamo sempre insieme tranne in classe perché Francesco frequenta la 3^! Della quarta ho un ricordo più vivo, in quell’ anno sono successe molte cose: la Elo e Manu si sono messi insieme, Tommy e la Giuly anche. Io e la Genny stavamo continuamente insieme tranne quando dovevo fare la consulente matrimoniale. Una volta io e la Genny eravamo vicine di banco perché c’era religione, io avevo preso in mano il bianchetto e il tappo è saltato via e il bianchetto le è andato nell’ occhio, è stato un incidente! A settembre quando sono ritornata dalle vacanze estive non riconoscevo più i miei compagni  perché erano cresciuti tanto. Siamo tutti emozionati al pensiero che l’ anno prossimo andremo alle medie, però abbiamo tutti paura di non farcela, però alla fine finiremo anche le medie. Quest’ anno non ci sono più le dive (Elo, Genny, Giuly), ma a sostituirle ci sono i piccoli diavoli della Tasmania (quelli di prima). Io, Edo e Fra non siamo più uniti come una volta ma ci sopportiamo e siamo amici, ho paura che col passare del tempo non ci parleremmo neanche più, perché io e Edo avremo i nostri amici  alle medie e Fra i suoi alle elementari. La quinta è ritenuta da tutti la classe più bella perché si è i più grandi delle elementari, ma per me è brutta anzi bruttissima, perché dobbiamo tenere d’occhio i marmocchi di prima e se loro ci fanno qualcosa noi non li possiamo toccare. Quando sarò grande mi ricorderò dei miei 2 amici Edo e Fra  e la mia classe che mi ha fatto vivere avventure belle, brutte,emozionanti e divertenti, ma di certo so che passerò degli anni fantastici anche alle medie!

 

FRANCESCA, cl 5^

 

 

Older Posts »

Categorie